1. Cenni storici

La data di nascita del decoupage non si conosce con esattezza però si tratta certamente di una tecnica antichissima.
è logico pensare che da quando l'uomo ha inventato la carta si sia cimentato con l'utilizzo dei ritagli.
Molto probabilmente e contrariamente da quanto risulta da molti testi il decoupage nacque in Italia per mano dei maestri mobilieri veneziani.
La moda dei mobili cinesi, dai fantastici intarsi, portò all'invenzione di questa tecnica che permetteva di ottenere un effetto molto simile
a costi enormemente inferiori. La tecnica del decoupage abbinata a quella della "lacca povera" permetteva di ottenere risultati estremamente attraenti.
I paesi dove il decoupage ebbe più successo furono la Francia prima e l'Inghilterra e gli Stati Uniti in seguito.
Non dimentichiamo la decorazione con figurine " silhouettes" del Settecento. Anche Maria Antonietta era appassionata dell'arte del ritaglio.

Nell'Ottocento merita di essere ricordata l'arte delle "Print Rooms"- le stanze delle stampe.
Pareti intere decorate con stampe e cornici di carta incollate direttamente sul muro.
Infine anche in America lo stile "country "si ispirò spesso e volentieri a questa tecnica del decoupage.
Oggi infine in tutta Europa ed anche negli Stati Uniti vi è un ritorno di moda di questa tecnica che si sta diffondendo con enorme successo.

2. Le superfici

Il decoupage si può fare su tantissime superfici, praticamente su tutte, però su alcune il risultato
è indubbiamente migliore ed anche più facile da realizzare. Il legno grezzo è sicuramente una superficie ideale ma si può usare anche
legno trattato con vernice trasparente, cartone grezzo o rivestito di carta patinata, terracotta naturale (ideale per i principianti)
tessuto teso e metallo tipo alluminio, ferro, rame, acciaio, peltro etc.
Inoltre si può usare metallo verniciato,plastica rigida, candele, porcellana bianca e colorata, vetro ed anche sassi...
proprio un banalissimo sasso può essere facilmente decorato con questa tecnica con grandi soddisfazioni.
Da quanto detto è chiaro che le superfici possono essere veramente tutte e molte altre potrete scoprirle con la vostra fantasia.